Home / RESISTENZA / COME FINISCE UNA GUERRA TOTALE. La resa tedesca in Piemonte

 

Nell’ambito del seminario di studi che sarà organizzato a Biella giovedì 7 aprile 2016, ore 15, presso la  Sala conferenze Museo del Territorio, segnaliamo l’intervento di Antonio Leone, componente del Comitato Scientifico dell’Istituto Piero Fornara.

Dal salvataggio del Sempione alla liberazione di Novara.

Le ultime settimane di guerra nel Piemonte orientale segnano il passaggio dalla guerriglia a forme classiche di combattimento. Dopo venti mesi di assalti, colpi di mano, sabotaggi, attacchi improvvisi e circoscritti, l’ora x che da via all’insurrezione generale mette di fronte ai partigiani una guerra che non erano abituati a combattere. Nonostante qualche cocente sconfitta e la delusione per il comportamento alleato sul campo di battaglia, le formazioni che operarono nel novarese eseguirono fino in fondo l’ordine del Comando Generale del C.V.L. entrando trionfanti a Milano, dopo aver messo in fuga e bloccato l’esercito tedesco e catturato i militi di Salò dell’intera provincia. L’intervento ripercorre gli ultimi giorni prima della liberazione del capoluogo di provincia, partendo dall’azione di contro sabotaggio che salvò probabilmente questa parte del nord Italia da una profondissima crisi economica dagli effetti devastanti e si conclude con la liberazione di Novara avvenuta dopo un’abile trattativa che costrinse i tedeschi alla resa evitando un epilogo drammatico per la città. Il tutto prima dell’arrivo degli anglo-americani.

Il programma della giornata invito seminariobiella locandina seminariobiella