Home / DIDATTICA / SUMMER SCHOOL INSMLI 2016: i risultati

 

Si è svolta a Firenze, dal 29 al 31 agosto 2016, la terza edizione della Summer School dell’INSMLI, alla quale hanno partecipato, oltre i docenti in servizio presso la rete nazionale degli Istituti Storici, circa un centinaio di docenti provenienti da tutta Italia.

Il tema affrontato era quello dell’Italia repubblicana: la storia del nostro paese dal 1945 ad oggi, analizzato con la formula ormai collaudata di un “docente esperto”, in genere universitario, che apre i lavori con il quadro storico di riferimento, le sessioni di lavoro guidate dai tutor nei gruppi attraverso lo strumento dello “studio di caso”, la discussione con il docente esperto nei gruppi e la sintesi di quanto emerso nella mattinata di lavoro nella ripresa pomeridiana. Un lavoro che si è avvalso della presenza di Antonio Brusa, direttore della Summer, Guido Crainz e Lorenzo Bertucelli, Simone Neri Serneri, Alberto De Bernardi, Vanessa Roghi.  Antonio Brusa, Alberto De Bernardi,  Simone Neri Serneri fanno parte, con Carla Marcellini, Marcello Flores, del comitato scientifico della Summer.

 

summer 3_n    summer1_n

 

Ecco l’esplicitazione del metodo di lavoro utilizzato nelle parole del Direttore Brusa:

“Nel corso di questi anni, abbiamo messo a punto, e continuamente aggiornato, un modello formativo che, a giudicare dalle risposte ottenute, sembra rispondere alle esigenze dei docenti italiani. Si basa su un’offerta culturale molto legata al presente: tutte le Summer School arrivano, con il racconto storico, al giorno d’oggi. Osserviamo con grande orgoglio che su questo piano troviamo un’intesa perfetta con l’attuale direzione di “Italia Contemporanea”. Quest’offerta, poi, mira ad ampliare la gamma delle iniziative dell’Insmli, e contribuisce a diffondere nelle scuole l’idea  che la rete sia una risorsa per l’insegnamento della storia del Novecento e attuale, da non circoscrivere alle occasioni legate alla seconda guerra mondiale. E’ un’offerta culturale che dà spazio a proposte di didattica operativa efficaci, aggiornate e utilizzabili nella quotidianità.
Inoltre la struttura della scuola è progettata in modo da favorire un incontro tra professionalità diverse (ricercatori e professori) che non si fermi alle dichiarazioni di intenti, o all’idea che “la didattica è una trasposizione della ricerca”,  ma si spinga a costruire relazioni che tengano effettivamente conto delle necessità culturali espresse dai docenti. Per questo motivo, credo che la nostra esperienza si proponga come come un modello formativo interessante per l’intero panorama della formazione in servizio italiana.
Ogni Summer, come sapete, ha prodotto un dossier pubblicato su Novecento. Già alla terza edizione, sfogliando la rivista, il docente può trovare una risposta concreta a una grande quantità di problemi, scientifici e didattici.”

I gruppi di lavoro sono stati condotti dai tutor: Enrico Bacchetti, Paolo Battifora, Cesare Grazioli, Chiara Fragiacomo, Gigi Garelli, Enrico Manera, Elena Mastretta, Nadia Olivieri,  Enrico Pagano, Luciana Ziruolo
L’organizzazione è stata curata da Luciana Granzotto, Elena Mastretta, Paolo Mencarelli, Matteo Mazzoni, Silvano Pirori con il coordinamento di Carla Marcellini.

 

Share This