Home / DIDATTICA / FRANCO DEBENEDETTI TORNA A MEINA E NOVARA

 

Nelle prossime settimane Franco Debenedetti, testimone e curatore della mostra “17 novembre 1938: lo Stato Italiano emana le leggi razziali”, che da alcuni anni porta la sua testimonianza nelle province di Novara e del Verbano Cusio Ossola in collaborazione con l’Istituto Fornara, inizierà gli incontri di restituzione con le scuole.

L’incontro con le classi Iv e V della primaria Fernandez Diaz di Meina è fissato per il 30 maggio.

ecco le indicazioni per l’incontro:

Ecco alcune indicazioni per il mio “girone di ritorno” nella classi.
Gli allievi presenteranno/leggeranno i loro lavori, me li consegneranno e faranno le loro domande.
Poiché farò leggere dei lavori in classe gli allievi sono invitati a portarne copia su carta.
Ritirerò, oltre ai lavori, anche le liberatorie firmate dai genitori. francodebenedetti2
In ogni classe, per utilizzare bene il tempo a disposizione, servono 3 collaboratori (allievi) e sarebbe bene che gli insegnanti di ogni classe li definissero prima del mio arrivo:
– Un Segretario: deve essere preciso, scrivere con buona calligrafia. Compila, su un mio modulo, l’elenco degli interventi e raccoglie i lavori da consegnarmi.
– Un Fotografo: con la mia fotocamera riprende gli allievi che presentano il loro lavoro. Attenzione a messa a fuoco e inquadrature.
– Un Regista: Posiziona le persone e i materiali da fotografare e garantisce che (dietro ad essi sulla lavagna o su una mia lavagnetta) siano scritti in stampatello i dati delle persone fotografate. Inoltre ha il compito di garantire la disciplina e il silenzio durante le letture in modo che tutta la classe possa fruire dell’ascolto.
franco debenedetti
Porterò la chiavetta per raccogliere tutti i lavori scritti, filmati, presentazioni ecc… pregando gli insegnanti di raccoglierli preventivamente su un computer. e raccomandando che sia nel “nome file” e possibilmente anche nel “titolo del lavoro” ci siano Cognome-Nome e gli altri riferimenti.
Raccomando che gli insegnanti raccolgano le liberatorie dei genitori usando il mio modulo.
Per i lavori grafici (disegni, fumetti, tabelloni…) ritirerò la copia cartacea e raccomando che sulla facciata sia scritto in chiaro  cognome/nome autore  e eventualmente scuola/classe, mentre sul retro possono essere annotati commenti e riferimenti (come ad esempio l’episodio e il racconto illustrato dal disegno). Per i lavori con molti autori si indicheranno gli autori nel retro e la scuola/classe sulla facciata. Per permettere la mia scannerizzazione di disegni e fumetti prego non superare il formato A3 (29,7 x 42 cm.) lasciando almeno ½ cm di margini.
Per i tabelloni di grandi dimensioni su cui sono incollati singoli disegni, applicare i “pezzi” in modo che possano essere staccati senza essere rovinati in modo che possano essere da me distaccati per la scannerizzazione (applicare con punti di cucitrice o piccoli punti di colla).
Per i lavori scritti inserire nella prima riga: Cognome – Nome autore/i – Scuola – Classe
Nella riga successiva il Titolo del lavoro o il Tema.
TUTTO CIO’ PER POTER CONSERVARE E VALORIZZARE I VOSTRI LAVORI!
Nei limiti del possibile spedirmi in anticipo la raccolta dei lavori digitalizzati a: franco.help@gmail.com
Allo stesso indirizzo possono essere fatte richieste per l’esposizione della mostra e interventi di testimonianza.
Grazie agli insegnanti per la collaborazione
Franco Debenedetti Teglio
 

Share This