Home / CONCORSI SCOLASTICI / CONCORSO REGIONALE DI STORIA 2017: I VINCITORI

 

Sono 125 gli studenti premiati per la 36° edizione del Progetto di Storia contemporanea

La 36° edizione del Progetto di Storia contemporanea, bandito  dal Comitato Resistenza e Costituzione in collaborazione con l’Ufficio scolastico regionale, s’avvia alla sua fase finale. I 25 gruppi vincitori ( 125 studenti, dei quali 69 ragazze degli istituti d’istruzione di 2° e degli enti di formazione professionale piemontesi) parteciperanno, accompagnati dai loro insegnanti,  ai tre viaggi di studio che si svolgeranno nel mese di maggio e avranno come meta Trieste (la Risiera di San Sabba e la Foiba di Basovizza, il confine orientale – dal 5 al 7 maggio), la Polonia (i campi di Auschwitz-Birkenau – dal 12 al 14 maggio) e  l’Austria (Mauthausen e Gusen – dal 19 al 21 maggio).

Gli studenti vincitori saranno premiati pubblicamente a Torino presso la sede del Consiglio regionale ( aula consiliare di Palazzo Lascaris) nella mattinata di Lunedì 29 maggio 2017.

Da oltre trent’anni, tra le tante iniziative  promosse dal Comitato per la difesa e l’affermazione dei valori della Resistenza e della Costituzione, istituito nel 1976 – commenta il vicepresidente del Consiglio regionale, delegato al Comitato Resistenza – spicca questo progetto di storia contemporanea che, nel tempo, ha coinvolto oltre 43mila studenti e 1.650 insegnanti. La storia è uno strumento prezioso per capire il presente e imparare dagli errori delpassato e la partecipazione al nostro progetto  consente alle ragazze e  ai ragazzi di fare storia  e memoria del passato  e, contemporaneamente, educazione al presente “. La graduatoria è pubblicata sul sito del Consiglio regionale del Piemonte ed è consultabile a questo link :

http://www.cr.piemonte.it/dwd/organismi/resistenza/2016/progetto_storia/bando/graduatoria_vincitori_2016-2017.pdf

Nelle prossime settimane tutti gli insegnanti e gli studenti dell province di Novara e VCO che hanno partecipato al concorso saranno contattati per la restituzione pubblica dei lavori tradizionalmente organizzata dall’stituto Fornara.

 

Share This