Home / RESISTENZA / CHIUSURA MANIFESTAZIONI “I LUOGHI, LA MEMORIA, IL FUTURO 2016”

 

Il lungo cartelloe di iniziative, che ha coinvolto nove comuni e ha preso avvio il28 febbraio 2016 a Ghevio, con l’antepria nazionale della mostra “Catalogna Bombardata”, avrà il suo possimo momento domenica 24 aprile ale ore 20.30 con la Fiaccolata Montrigiasco – Ghevio,  partenza dal monumento dei caduti a Montrigiasco, arrivo a Ghevio in piazza Pierino Manni. La fiaccolata, riproposta dopo il successo dell’edizione 2015, commemora l’eccidio di Montrigiasco. E’ il 16 marzo del 1945 quando il gruppo comandato da Gianni Gioria ebbe l’incarico condurre una pattuglia, in quanto c’era la possibilità di raccogliere delle armi abbandonate dai militari e un contatto si offriva di consegnarle ai partigiani. Il gruppo composto da 9 uomini, si muove per raggiungere la strada che da Montrigiasco (oggi frazione di Arona) porta a Ghevio ( frazione di Meina). Purtroppo i giovani partigiani non sapevano che la loro sorte era già segnata e che si stavano avviando verso morte sicura: quando si fermarono nel luogo convenuto, nei paraggi un plotone di tedeschi, probabilmente SS del comando di Meina aveva teso una trappola da cui era impossibile fuggire: tra gli alberi e gli anfratti decine di soldati erano nascosti con i fucili puntati sui bersagli umani inconsapevoli. L’avvio della commemorazione sarà a cura di Elena Mastretta, Istituto Storico Piero Fornara.
Caduti del 16 marzo 1945

 Martino Barni di Montrigiasco, 3 luglio 1927

Gianni Gioria di Arona, classe 1923

Pierino Manni di Ghevio, 5 febbraio 1926

Carlo Mozzi di Milano, classe 1913

Aldo Montrigiano, di Crusinallo, data non specificata

Rolando Bariselli di Crusinallo, classe 1927

Gabriele Bava di Crusinallo, classe 1927

Mario Bonicalza di Cassano Magnago, 16 maggio 1925

Giuseppe Sacchi di Arona, classe 1921

Una volta tornati in Piazza Pierino Manni, sarà possibile fermarsi per la visione di estratti video delle testimonianze raccolte dall’associazione Quanto basta per Ghevio e Silvera in collaborazione con gli studenti della scuole secondaria di primo grado Fratelli Fernandez Diaz di Meina e presentazione della mostra “Tutti in riga! La scuola durante il fascismo”, realizzata dal comitato 25 aprile e dalla associazione Quanto Basta per Ghevio e Silvera dopo un raccolta e analisi di materiale locale sul tema.

L’evento è stato inerito nel calendario delle iniziative “I luoghi, la memoria il futuro 2016”

locandina specifica dell’evento Domenica24

Elena Mastretta

 

Share This